Diletta Stendardi

Laureata in giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano con la votazione di 110/110 e lode, ha collaborato con la cattedra di Diritto Penale dell’Università Bocconi di Milano, per poi svolgere attività di ricerca e didattica presso la cattedra di Diritto Penale dell’Università Cattolica di Piacenza.


Le è stato riconosciuto il Premio Pisapia per gli scritti in materia di diritto penale minorile. E’ mediatrice penale.

Dal 2006 è iscritta all’Ordine degli Avvocati di Milano. Concentra la propria attività professionale nell’ambito del diritto penale societario, del diritto penale alimentare e dei reati contro la Pubblica Amministrazione.


È autrice e collaboratrice di varie riviste specializzate, in particolare del Quotidiano Giuridico on-line di IPSOA e della sezione Giustizia Penale Minorile di Cassazione Penale.

Lavora e corrisponde in italiano e inglese.

Diletta Stendardi

Laureata in giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano con la votazione di 110/110 e lode, ha collaborato con la cattedra di Diritto Penale dell’Università Bocconi di Milano, per poi svolgere attività di ricerca e didattica presso la cattedra di Diritto Penale dell’Università Cattolica di Piacenza.


Le è stato riconosciuto il Premio Pisapia per gli scritti in materia di diritto penale minorile. E’ mediatrice penale.

Dal 2006 è iscritta all’Ordine degli Avvocati di Milano. Concentra la propria attività professionale nell’ambito del diritto penale societario, del diritto penale alimentare e dei reati contro la Pubblica Amministrazione.


È autrice e collaboratrice di varie riviste specializzate, in particolare del Quotidiano Giuridico on-line di IPSOA e della sezione Giustizia Penale Minorile di Cassazione Penale.

Lavora e corrisponde in italiano e inglese.